I disturbi cardiovascolari nella donna

I disturbi cardiovascolari nella donna

È opinione diffusa che le malattie cardiovascolari siano un problema tipicamente maschile.

Non è così.

Colpiscono anche le donne tanto da essere la causa del 40% delle morti femminili.

Di questo c’è però una scarsa percezione e informazione.

Se è vero che le donne in età fertile hanno un rischio cardiovascolare inferiore grazie al ruolo protettivo degli estrogeni, è anche vero che dopo la menopausa vengono colpite addirittura più degli uomini.

Inoltre, quando insorgono, le malattie cardiovascolari sono più gravi nella donna anche se la sintomatologia appare meno intensa e porta spesso a confondersi con altre patologie.

Questo induce a sottovalutare e trascurare i segnali e a ritardare l’intervento del medico.
Ricorda che l’uso della pillola anticoncezionale potrebbe aumentare il peso degli altri fattori di rischio cardiovascolare.

Durante l’assunzione di un contraccettivo ormonale consulta regolarmente il medico o il ginecologo per valutare gli eventuali controlli da eseguire nel corso della terapia e, soprattutto, non fumare!